A CHI CONVIENE IL SELF PUBLISHING E PERCHÉ?

scrittorimoderni.come

A chi conviene IL SELF PUBLISHING e perché?

Ho avuto la fortuna di poter scambiare quattro chiacchiere con una persona che lavora presso una grande casa editrice italiana, attraverso cui ho potuto comprendere come oggi, a differenza di quanto avveniva una ventina d’anni fa, i grandi editori preferiscano focalizzarsi su autori che ottengono risultati apprezzabili con l’autopubblicazione piuttosto di tenere in piedi costosi uffici per la scrematura dei manoscritti inviati dagli esordienti.

Il libro è un prodotto commerciale, che serve a fare soldi. Non importa a nessuno che si tratti del miglior romanzo mai scritto o del capolavoro di un particolare genere, purché venda.

Ecco perché si tende a pubblicare biografie di calciatori, libri di cucina o qualunque cosa non abbia nulla a che fare con la narrativa. Perché i personaggi noti fanno vendere copie.

Perciò, ho scartato la possibilità di pubblicare con un grande editore. Ho un discreto pubblico, che mi sono costruito con la mia attività di critico d’arte, ma non ancora tale da garantire le vendite di Francesco Totti, di Roger Federer o di Vittorio Sgarbi.

Restavano, dunque, le piccole case editrici. Il problema, tuttavia, è che spesso si tratta di nomi meno famosi del mio. Per di più, poche hanno strutture tali per garantire attenzione ed editing professionale, così si corre il rischio di mettere sul mercato un libro scritto male e dall’intreccio scadente.

Ecco perché ho rifiutato due contratti di edizione da parte di altrettante piccole realtà editoriali. Inoltre, pretendevano la cessione dei diritti sul romanzo per un anno e per un anno e mezzo.

Per di più, le piccole case editrici non hanno la forza di ben pubblicizzare l’opera, quindi gli autori devono comunque fare promozione da sé.

Senza tralasciare il fatto che cercare una casa editrice apprezzabile costa mesi, spesso anni, di attesa.

Alla fine, restavano due opzioni: Amazon o Youcanprint. Ho scelto quest’ultima piattaforma.

Innnazitutto perché in questo periodo preferisco far circolare soldi nell’economia italiana, poi perché, a differenza di Amazon, la piattaforma di casa nostra fornisce comunque un supporto di assistenza nelle varie fasi della commercializzazione del prodotto.

Mi garantisce royalties inferiori ad Amazon (tra il 20 e il 30% contro un 30-70% sul prezzo di copertina), ma vista la struttura alle spalle come assistenza, può valere la pena. E poi è sempre più del 4/8% offerto dall’editoria tradizionale.

Ovviamente, l’autopubblicazione ha un senso se avete già una discreta notorietà a livello nazionale in qualche campo: dallo sport all’hobbistica, dall’arte all’istruzione…

Altrimenti, meglio optare per le piccole case editrici. Se vi conoscono giusto vostra madre e lo zio, oppure siete un assessore o un cantante locale, piuttosto noti in città, ma sconosciuti a cento chilometri da casa, è chiaro che l’autopubblicazione può diventare un problema.

Dovete partire almeno un paio d’anni prima della stesura del vostro libro a farvi conoscere, attraverso un blog, un vlog, sui social.

Meglio se avete un’attività che si correli alla narrativa.

Solo successivamente, si potrà attivarsi per pubblicare un libro.

Una volta pubblicato, comincia il vero lavoro, ovvero la promozione.

Ma questo è un capitolo che affonterò prossimamente, sempre con un video e con un articolo.

Intanto vi ricordo il mio thriller, Il Segreto di Lukas Kofler. Ordinabile in libreria e sugli store online dal 20 aprile 2021.

E se chi lo leggerà vorrà lasciarmi le proprie impressioni, sarò lieto di citarlo in un prossimo articolo dedicato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...